FAQ - steatosi epatica da alcol
(Powered by Yahoo! Answers)

consigli per la steatosi?


se ne guarisce? cosa si può e si deve mangiare?
----------

Bisognerebbe, appunto, capire qual è la causa...ad ogni modo puoi eliminare sicuramente gli alcolici (steatosi alcolica) e i cibi troppo grassi,ma potrebbe essere del tutto inutile, se la causa scatenante non è l'alimentazione  (+ info)

come posso curare la steatosi al fegato?


Bisogna vedere le cause, ma nelle piu' comuni basta dimagrire e stare attenti all'alimentazione.
(per chi nn lo sapesse nel fegato si accumula delle cellule grasse, e puo' portare danni all'organo)

Ci potrebbero essere anche delle cause genetiche.

Cmq parlane col tuo medico che ti dira (conoscendo il quadro clinico preciso) cosa fare.  (+ info)

è vero che il peperoncino fa male al fegato?


mi hanno riscontrato una leggera steatosi epatica, e fra le altre cose mi hanno eliminato il tanto amato peperoncino
----------

mah! io il peperoncino lo uso ovunque, mio marito addirittura vive di peperoncino, sinceramente stiamo bene a parte il fegato steatico ( cioè grasso) ma nessuno ci ha proibito il peperoncino, anzi mio marito è portatore di epatite B ma il medico a parte l'alcol ( comunque è astemio) non ha dato altre controindicazioni  (+ info)

Compresse antimicotiche e problemi epatici?


Mi è capitato tempo fa di liberarmi da una fastidiosa micosi con compresse specifiche. Quando il problema si è ripresentato ho riprovato con le stesse compresse ma ho avuto alcuni dolori al fegato. La cosa è dovuta a problemi di steatosi epatica che avevo (e che forse ho ancora). Noto però che tutte le compresse antimicotiche di mia conoscenza sono off limits per chi ha problemi epatici. Giusto per una curiosità personale (ho alcuni problemi ma prevedo ovviamente di andare dal dermatologo) volevo sapere se tutte le compresse antimicotiche provocano problemi di tipo epatico oppure ve ne sono non "pericolose" da questo punto di vista.
----------

Dolore è un sintomo raro nelle malattie del fegato.
Purtroppo tutte le compresse antimicotiche anno questo effetto.
E' importante una cura adeguata per evitare recidive.
Le sostanze usate non sono moltissime. Queste le più diffuse:
Econazolo: agisce sui dermatofiti e sulla Candida. Presenta rari effetti collaterali cutanei ed è disponibile sia in forma orale sia per uso topico.
- Fluconazolo: Attivo soprattutto contro le infestazioni da Candida, sia orali che sistemiche. Ha bassi effetti collaterali (ma può essere epatotossico) ed è disponibile in forma topica, orale e iniettabile.
- Griseofulvina: piuttosto specifico per i dermatofiti. Si assume per via orale, può provocare nausea, disturbi intestinali, eruzioni cutanee e fotosensibilizzazione.
- Itraconazolo: è uno degli antimicotici attivo contro il maggior numero di funghi, lieviti e muffe. E' disponibile in forma orale e iniettabile e presenta un bassa frequenza di effetti collaterali.
- Ketoconazolo: è attivo soprattutto contro la candida, il Criptococcus neoformans. E' disponibile sia in forma orale sia topica (crema, lozione). Può causare nausea e inappetenza.
- Terbinafina: è attivo soprattutto contro i dermatofiti, ma anche molte specie di Candida e altri funghi come la malassezia della Pityriasis versicolor. E' gravato da pochi effetti collaterali, blandi e ridotti nel tempo. Può essere somministrato per via orale o topica. Particolarmente indicato per le infestazioni delle unghie.
P.S Facendo la cura antimicotica controlla periodicamente i valori epatici e renali.  (+ info)

ciao da oggi cambierò e mangio normale tutti i nutrimenti che ne dite?


per evitare steatosi epatiche meglio mangiare normale che ne dite???
----------

matteo, ti leggo da parecchio(inevitabile del resto), e spero tu riesca a conservare questo momento di lucidità quel tanto che basta per permettere alla tua mente di ricominciare a funzionare correttamente.
E se risponderai alla miglior risposta qualcosa di più articolato di "ok", inizierò veramente a sperare.
Coraggio, hai il supporto di tutti noi e lo sai, ti manca solo quello di te stesso.
Daaaii  (+ info)

Mi dite che speranze ci sono con questa diagnosi?


NOTIZIE CLINICHE:formazione espansiva di 4cm al corpo del pancreas.metastasi di 2cm al lobo destro epatico.
descrizione microscopica:materiale comprendente tralci fibrino-ematici in cui si riconoscono aggregati di cellule duttali atipiche.(a)
fondo necrotico inglobante numerose cellule duttali atipiche(b)
DIAGNOSI:il quadro citologico e' diagnostico per adenocarcinoma.(a)(b) mg-EM DD
ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE SENZA E CON CONTRASTO:
in corrispodenza del corpo coda del pancreas si conferma la presenza di grossolana fromazione espansiva solida,ipo-ecogena con contorni sfumati emaggiore asse di 4 cm.All'esame contrastografico la lesione e' ipo-vascolarizzata in tutte le fasi dell'indagine con caratteri di neoplasia esocrina.
la formazione espansiva infiltra tripode celiaco e vasi splenici.Il fegato e' modicamente ingrandito con steatosi diffusa.Nel parenchima alcune piccole formazioni cistiche.Nei settori sottodiaframmatici del lobo dx formazione espansiva solida,ipo-ecogena con maggiore asse di 2cm ipovascolarizzata in fase contrastografica con caratteri di lesione ripetitiva.
AGOBIOPSIA MASSA INTRAADDOMINALE ECO-GUIDATA
AGOASPIRATO PANCREATICO
sotto guida ecografica si effetua un prelievo citologico in corrispodenza della formazione espansiva presente al corpo del pancreas.Vengono allestiti 10 vetrini,subito fissati in alcool.
AGOBIOPSIA MASSA INTRAADDOMINALE ECO-GIUDATA
AGOASPIRATO EPATICO.
Sotto guida ecografica si effettuano due prelievi in corrispondenza della formazione espansiva presente nei settori sottodiaframmattici del lobo dx.Vengono allestiti 9 vetrini,subito fissati i alcool.
RM ADDOME SUPERIORE SENZA E CON MDC
Il fegato e' nei limiti morfovolumetrici,nel suo contesto non si riscontrano lesione focali solide.Multiple formazioni cistiche con diametro variabile da pochi millimetri a circa 15mm.La colecisti e' in sede.normodistesa,con pareti di regolare spessore,esenti da calcoli.Non dilatazione delle vie biliari intra e extra epatiche.Pervia la vena espansiva con maggior asse traverso di circa 3cm.Lalesione e' ipointensa in nel T2,ipointensa in T1,ha una zona simil cistica,necrotica al suo interno,determina dilatazione del dotto di wirsung a monte,unitamente a dilatazione dei dotti di secondo ordine.La lesione e' iperintensa nella sequenza DWI e dopo mdc il suo enhancement e' scarso.Quanto descritto ha caratteristiche suggestive di neoplasia esocrina(verosimile adenocarcinoma).Si repertano segni di coinvolgimento neoplastico dell'arteria splenica sino all'origine dalla tronco celiaco'dalla vena mesenterica superiore.Posteriormente adesione alla fascia renale anteriore,coinvolta.Modesto ispessimento del mescolon traverso e delle radici dei mesi,tuttavia non immagini da ttribuire con sicurezza a nodulazioni neoplastiche.
La milza e' come di norma.Nella norma le logge surrenaliche.I reni sono in sede con spessore parenchimale conservato:non lesioni focali.Non lesioni focali solide.Qualche minuta formazione cistica.Non dilatazione della cavita' escretrici.
Nel restante ambito retro peritoneale non linfoadenopatie.
Conclusioni:
Quadro compatibile con neoplasia esocrina del corpo pancreatico,con interessamento neoplastico del tripode celiaco,della vena splenica.Iniziale coinvolgimento neoplastico della radice dei mesi e del mesolon traverso.qualche minuto linfonodo peripancreatico.Non segni di localizzazioni epatiche.
----------

Mara da una parte spero che tu stia scherzando ma dall'altra mi auguro che non si scherzi su queste cose.
Ma come ti ha risposto giustamente un'altro utente non è il posto giusto per porre domande di questo genere.
  (+ info)

salve,in data 2 dicembre 2008 ho eseguito l' eco addome dalla quale è risultato quanto segue.?


in data 2 dicembre 2008 ho eseguito l' eco addome dalla quale è risultato quanto segue.

Fegato di normali dimensioni ad ecostruttura brillante come da steatosi epatica di I grado, con presenza di un area ipercogena di 3, 4 cm nel IV segmento compatibile con angioma. Polipo colesterinico della colecisti ( o, 2 cm ). Vie biliari non dilatate. Milza ai limiti superiori della norma.
Il dottore ha detto che non è nulla di grave e distare tranquillo. Io vorrei capire:

1) se è normale la presenza di quanto ho detto sopra

2) di cosa si tratta

3) se c' è una cura da fare. il dottore non l' ha prescritta

4) se posso stare tranquillo

5) che tipo di vita devo condurre

6) quando conviene ripetere l' esame

mi è stato prescritto un regime dietetico ( il dottore non ha scritto quali alimenti mangiare ) a minor contenuto di grassi ( dieta ricca di frutta e verdure; ridurre l' apporto di fritti e insaccati)

a tal proposito vorrei gentilmente sapere

1) quali sono i cibi che non contengono grasso

2) quali sono i cibi insaccati

3) se il tonno , con olio, in scatola contiene grassi

4) se è opportuno che un dietologo mi scriva una dieta.

vi ringrazio per la cortese risposta

cordiali saluti
----------

Premetto che hai senz'altro bisogno del dietologo.
Ciò detto, i cibi che non contengono grassi, o che li contengono in quantità irrisoria, sono la frutta, la verdura, i legumi, la pasta, il riso.
Contengono grassi, oltre all'olio e al burro: tutti i formaggi e i latticini (pensa che in un bicchiere di latte intero da 200 ml ci sono 7 grammi di grasso, mezzo cucchiaio: pensa nei formaggi); tutte le carni, soprattutto quelle rosse; i pesci, soprattutto alcune specie (anche se attualmente si magnifica molto il ruolo degli acidi grassi del pesce, i famosi omega 3).
Gli insaccati sono le salsicce, i salami, la coppa, la mortadella, tutto ciò che è conservato nel budello di maiale.
Il tonno all'olio certo che contiene grassi; forse devi preferire quello al naturale.
Vai dal dietologo, ti insegnerà a mangiare e tornerai in forma!  (+ info)

citomegalovirus e ast e alt alterato,e sono in gravidanza gemellare,sono disperata x i miei bimbi,ho speranze?


Ciao,ho 28 anni è sono a 8 settimane di gravidanza,aspetto 2 gemellini. Oggi ho ritirato i primi esami del sangue è sinceramente sono disperata.I risultati diagnosticano il virus "megalovirus igM" iL ginecologo mi ha detto che il virus risulta che c'è l'ho da tanto tempo che però è strano che sia rimasto.Poi gli esami di ast e alt risultano alterati ast 15-37 ed è a 50,mentre alt 30-65 ed è a 122. ALTISSIMO.Nel 2004 avevo problemi di alcoolismo e mi diagnosticarono una steatosi epatica,smisi subito di bere.Faccendo altri esami il valore risultò che stava callando a vista d'occhio,credevo fossi guarita visto il mio annulamento di alcool,ma invece è rimasto questo 122.Devo fare degli esami + accurati,sabato mi devono ricoverare x controllarmi il fegato e poi tra una settimana dovrò fare altri esami x verificare il citomegalovirus.Mi hanno detto che forse x il fegato mi dovranno dare dei medicinali.Per favore aiutatemi vi scrivo con il cuore in mano,cosa accadrà ai miei bimbi?speranze?
----------

come ti capisco anche a me è venuto il cmv in gravidanza ero terrorizzata.(per fortuna tutto bene) cmq il cmv è un herpes virus pertanto non se ne và mai dal nostro corpo ma vi rimane latente e si può riattivare in particolari momenti della nostra vita: stress, difese immunitarie basse gravidanza.. però il pericolo per il bambino si ha durante una prima infezione perchè per le altre no abbiamo già gli anticorpi. ti mando su questo sito è molto interessante e puoi inviare delle domande a dei dottori mi è stato utile.
per l'altro tuo problema non so che dirti però il cmv causa problemi al fegato infatti io qundo l'ho avuta avevo le transaminasi alle stelle magari può influire.  (+ info)

LA LORO SOFFERENZA PER......?


SAPETE COME SI PRODUCE IL FOIE GRAS ? MI CHIEDO COME PUò L' UOMO COMPIERE SIMILI BARBARIE, MA NON TROVO RISPOSTA.
Il foie gras (letteralmente “fegato grasso”) è il fegato malato di un'oca o di un'anatra che è stata sovralimentata forzatamente, più volte al giorno, per mezzo di un tubo metallico, lungo 20-30 cm, infilato in gola e spinto giù fino al raggiungimento dello stomaco. Per costringere il suo organismo a produrre il foie gras, l'animale deve ingerire un'enorme quantità di mais in pochi secondi. Questo comporta l'aumento delle dimensioni del fegato quasi di dieci volte superiore rispetto a quelle normali e lo sviluppo di una malattia nell'animale: la steatosi epatica.
Se l'animale cerca di divincolarsi quando il tubo gli viene inserito in gola, o se il suo esofago si contrae per conati di vomito, rischia il soffocamento e la perforazione del collo che gli sarà fatale.
L'inserimento del tubo comporta lesioni con conseguenti infezioni e dolorose infiammazioni. La squilibrata e forzata sovralimentazione causa frequentemente malattie dell'apparato digestivo, potenzialmente fatali.
Subito dopo ogni sessione di alimentazione forzata, l'animale soffre di attacchi di dispnea e diarrea. L'allargamento del fegato comporta difficoltà respiratorie e rende doloroso qualsiasi movimento.
Il ripetersi di questo trattamento porta alla morte dell'animale alimentato forzatamente. Questi volatili vengono macellati prima che muoiano per queste conseguenze. In ogni caso, gli animali più deboli sono già moribondi al momento dell'arrivo nella stanza da macello, mentre molti altri non arriveranno neanche a quel momento: nel periodo di alimentazione forzata, il tasso di mortalità delle anatre è da dieci a venti volte superiore al normale.

Sofferenza concentrata

La violenza insita nella produzione del foie gras basterebbe a giustificarne l'abolizione. Comunque, per la maggior parte di questi animali il calvario non si limita alla brutalità dell'alimentazione forzata. A molti viene amputata parte del becco, senza anestesia, con pinze o forbici.
La natura delle anatre è di trascorrere gran parte della loro esistenza in acqua. In questi “allevamenti”, molti volatili vengono tenuti prima in capannoni, poi in gabbie dove si feriscono le zampe che appoggiano su una serie di fili metallici. Le gabbie sono così piccole che gli animali non possono nemmeno girarsi su loro stessi, tantomeno assumere una posizione eretta o battere le ali. A molti di quelli che sopravvivono fino al macello si spezzano le ossa durante il trasporto e mentre vengono maneggiati. Quindi vengono appesi a testa in giù per essere fulminati con l'energia elettrica, per poi essere sgozzati. Le anatre femmine vengono macellate vive o asfissiate brevemente con il gas dopo la covatura, perché i loro fegati hanno più vene di quelli dei maschi.

Vi risparmio il resto.......................
Ontologia le fonti sono l' ENPA più serie di così.
Fingere di non credere per non doversi confrontare con certi orrori è un classico, anche chi indossa le pelicce finge di non credere che gli animali vengono spellati vivi, e facile chiudere gli occhi e risolvere così ogni problema.
* pellicce.
----------

Non ho parole. E' purtroppo tutto vero. Anche a me risulta che l'ingozzamento delle oche avvenga proprio in questo modo. Le oche in questione non sono semplicemente grasse. Vengono costantemente sovralimentate introducendo meccanicamente il cibo direttamente nel loro stomaco. Il loro fegato si ammala e si ingrossa a dismisura. Mi vergogno di appartenere alla stessa specie di chi commette simili atrocità.  (+ info)

Epatite ed analisi del sangue?


Buon pomeriggio,
ho un continuo dolore al fianco destro e ed una leggera steatosi epatica riscontrata tramite un'ecografia.
E' possibile escludere un'infezione virale in corso, soprattutto le epatiti con i valori delle analisi del sangue perfettamente nella norma (Bilirubina - Creatina - Creatinina - Glucosio - Urea - Calcio - Sodio - Potassio - Alanina - Proteine - Proteina c reattiva - Emocromo) ?
Grazie
----------

mancano le transaminasi, le prime che si alterano.  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio o immagine su "steatosi epatica da alcol" (o accedere al forum):