http://lookfordiagnosis.com
English
Spanish
Italian
Portuguese
French
Swedish

FAQ - acidosi respiratoria
(Powered by Yahoo! Answers)

in quale di queste condizioni la potassiemia è diminuita?


insufficienza renale acuta
insufficienza surrenale cronica
crisi emolitiche acute
acidosi metabolica e respiratoria
diarrea cronica?
----------

acidosi metabolica, diarrea cronica, insufficienza renale... ma non è necessariamente vero, dipende da vari fattori...  (+ info)

La causa del cancro ce la siamo persa da qualche parte?


Su un argomento di simile portata farei un buco nell'acqua, se cominciassi a parlarvi delle solite cure miracolose, su cui anch'io, lo confesso, nutro dello scetticismo. Per questo mi limiterò a riportare le dichiarazioni di un premio nobel: Otto Warburg, lo scopritore della riboflavina (la vitamina B2), che nel 1931 vinse il nobel per la medicina, descrivendone il meccanismo di azione. In quello stesso anno fece una scoperta piuttosto scioccante, che stranamente passò inosservata. Ai nostri giorni si spendono milioni di dollari per trovare la causa del cancro, eppure lui, quasi un secolo fa, ebbe l'ardito coraggio di affermare d'aver trovato una spiegazione all'annoso dilemma.
La risposta starebbe infatti nel meccanismo estremo di sopravvivenza della cellula. Quando la carenza di ossigeno compromette la respirazione cellulare, il metabolismo viene modificato nella fermentazione. Tutto ciò che impedisce la respirazione è dunque un cancerogeno e anche tutto ciò che non è biocompatibile potenzialmente lo è. Quanto Otto Warburg afferma è disponibile in rete in questa trascrizione della conferenza che tenne a Lindau, in Germania, nel 1966:

http://healingtools.tripod.com/primecause1.html

Questo paragrafo è la chiave di volta:

<>.

Traduco:

<>.

Farmaci, alimentazione e stress potrebbero quindi avere un peso fondamentale nella prevenzione. Scorie e acidi si depositano col tempo nel nostro corpo e lo stress conduce a ulteriore acidosi; quando raggiungiamo i sessant'anni il nostro organismo è così mal ridotto che il meccanismo di rifornimento e smaltimento s'impantana e le cellule subiscono un processo di anaerobiosi irreversibile. Se vi aggiungiamo sostanze chimiche tossiche di ogni sorta, presenti ovunque nella società moderna, possiamo anticipare tutto di un bel po' di anni.

Nel 1937 il professor P.G. Seeger fece un esperimento interessante: ritrasforò delle cellule neoplastiche in cellule normali, dopo averle sottoposte ad elevate pressioni di ossigeno. Goldblatt e Cameron riuscirono invece a provocare il cancro, riducendo la presenza di ossigeno nei tessuti.

Un'ulteriore conferma della tesi di Warburg ci arriva dal premio nobel Von Euler, il quale avrebbe scoperto nelle cellule del sarcoma quantità troppo basse degli enzimi necessari alla respirazione cellulare.

Se le cose stanno in questi termini, il cancro non è necessariamente un problema localizzato. Senza prendere in considerazione la salute dell'individuo nel complesso è impossibile risolvere definitivamente il problema. Non mi riferisco solo alle metastasi, ma anche ai nuovi tumori che spesso ricompaiono a distanza di tempo, dopo interventi chirurgici di successo.

Radioterapia e chemio riducano letteralmente a brandelli un corpo già debilitato in partenza. La storia di queste due terapie è di per sé un fallimento. Non ci vuole un genio per capirlo, basta osservare il numero di morti.

Che fare allora? Beh ci sono moltissime cose che si possono fare e la miglior cura è sicuramente la prevenzione.
----------

  (+ info)

HELP ME consigli medici.. Ho sempre nausea e nn digerisco più nulla?


Salve, premetto che sono andata dal medico un sacco di volte e oramai non da più cosa dirmi.
È da circa un mese che soffro di continue nausee e acidosi... Non riesco più a digerire nemmeno il riso in bianco.... Ora con i medicinali che prendo (2 protec + 2 peridone al dì) diciamo che la nausea è scomparsa ma continua questo fastidioso e insopportabile fastidio allo stomaco... Sono veramente insofferente anche perché praticamente non mangio più nulla, io che ho sempre mangiato di tutto e digerito tutto! Tra un Po di giorni ho la gastoscopia.... Non escludo la componente nervosa, sto facendo un importante tirocinio e proprio ora questo fastidio non mi passa più... Ho il terrore di star male xche in questo periodo nn posso xmettermelo... Che devo fare? Qualche consiglio? Oramai è un mese che vado avanti a medicinali...
----------

prova con l'aloe vera gel, una bevanda con il 99,5% di gel di aloe vera, che contiene acemannano, un antiacido e antinfiammatorio naturale.basta prenderne 50 ml. 2 volte al giorno per un mesetto o due per stare bene.si tratta di un prodotto naturale, senza controindicazioni, nè interazioni con altri farmaci.se vuoi saperne di più contattami.  (+ info)

ACID-BASE Balance?


Con pH=7,40 pCO2=55 HCO3=36 SBE=10,
c'è ACIDOSI respiratoria compensata da ALCALOSI metabolica, oppure ACIDOSI metabolica compensata da ALCALOSI respiratoria?
BRAVA "FEDELE" e grazie per la pazienza ma se fosse stato: pH=7,47; pCO2=47; HCO3=33; SBE=9,5; ci sarebbe stata ALCALOSI METABOLICA compensata da ACIDOSI RESPIRATORIA, mentre la diagnosi era sempre quella di prima ...
----------

non è situazione nè di alcalosi nè di acidosi, perchè il pH ematico è normale: 7.40 (v.n. 7.35 – 7.45). I valori di pCO2 sono aumentati: 55 (v.n. 35 – 48), ma sono compensati da un aumento del riassorbimento a livello renale di HCO3: 36 (v.n. 22.5 – 26.9). Quindi in questo caso l'ACIDOSI RESPIRATORIA E' COMPENSATA DA ALCALOSI METABOLICA!
scusami... non vorrei contraddirti ma il secondo caso che hai riportato pH 7.47 si tratta di ALCALOSI METABOLICA senza compenso respiratorio. Riflettici bene! se hai ancora dubbi fammi sapere!  (+ info)

Alimentazione...................................?


Che ne pensate di questo articolo?

Alimentazione e istinto animale
Dottor Giovanni Angilé – Tratto da “Biolcalenda”, nr. 8 settembre 2009

Osservando i nostri animali di compagnia, cani e gatti, notiamo che sono molto equilibrati a livello alimentare. Si avvicinano con sospetto al cibo che gli viene offerto, e lo mangiano solo se non lo ritengono tossico. Non ingeriscono alimenti più dell'indispensabile e se stanno male rimangono a digiuno per tutto il periodo della malattia. Sanno quali erbe utilizzare per depurarsi, e le mangiano solo quando serve. Anche noi abbiamo questo istinto animale, ma lo abbiamo perso per l'ingestione di cibi senza alcun valore nutritivo, ma anzi tossici per il nostro organismo.

Iniziamo la giornata con cappuccino e brioche. Il latte di mucca non è un alimento della nostra specie. E’ ricco di proteine animali che danno acidosi metabolica. Produce alterazione dei batteri saprofiti intestinali (disbiosi) per la lactenina e l'acido rumenico, due sostanze antibiotico simili. Il caffè è ritenuto uno stimolante, ma è un veleno che provoca la secrezione di adrenalina che è poi il vero neurotonico. La brioche, oltre al frumento raffinato, cui siamo intolleranti, contiene creme, marmellate, panna, cioccolato, tutti alimenti che ci portano all'iperglicemia, che è aumentata dall'adrenalina secreta per l'ingestione di alimenti cui siamo intolleranti, come il caffè, il latte e il grano. In iperglicemia stiamo apparentemente bene per qualche ora, fino alle 10 circa. Dalle 9 alle 11 abbiamo la massima energia dei pancreas che percepisce questa iperglicemia e stimola l'insulina producendo un'ipoglicemia veloce. L’ipoglicemia provoca stanchezza, difficoltà di concentrazione nello studio, asocialità, facendoci commettere errori sul lavoro per disattenzione.
E ci viene una gran fame. Così siamo costretti a bere un altro caffè con lo zucchero raffinato, o un altro cappuccino con brioche, perché abbiamo un "calo degli zuccheri". Andiamo così di nuovo in iperglicemia e riusciamo a rimanere attivi fino all'ora di pranzo. Chi è fortunato mangia a casa e si gusta un piatto di pasta o riso raffinati al sugo o al ragù, bistecca, verdure e frutta, pane e vino. Siamo intolleranti al frumento della pasta e dei pane e, se abbondiamo troppo, anche al pomodoro. Il riso raffinato aumenta la stitichezza. La carne aumenta l'acidosi metabolica dei latte mattutino, con l'aggiunta dei formaggio grana sulla pasta. Le verdure se non biologiche sono ricche di pesticidi o altri composti chimici tossici per il nostro organismo. Stendiamo un velo pietoso sui disgraziati costretti a mangiare fuori casa, tra tramezzini, panini, pizzette ecc! Alla sera bistecca o formaggio, uova o pesce, (acidosi metabolica), vino, verdure non biologiche, pane.

E peggio ancora la pizza (con birra o coca cola), poiché è l'insieme di tutti gli alimenti tossici, quali frumento, lievito chimico, (disbiosi intestinale), mozzarella, pomodoro. Altri ingredienti aggiunti, a seconda dei gusti individuali, come gli affettati di carne suina, le uova, le patatine fritte, preferite dai ragazzi, i peperoni o le melanzane, il gorgonzola, i funghi, la fanno diventare una bomba alimentare che rimanendo nel nostro apparato digerente per 5 giorni aumenta l'acidosi, le infiammazioni all'apparato respiratorio, le difficoltà digestive come i gonfiori, le eruttazioni e le flatulenze, la disbiosi intestinale, i dolori articolari, le allergie, la stipsi o la diarrea.

Non ho preso in considerazione tutti gli alimenti conservati, come il tonno o la carne in scatola, i preparati sott'olio o sott'aceto, gli yogurt, i surgelati, i gelati e i dolci industriali. In questo modo ci stiamo avvelenando giorno dopo giorno, anzi, più mangiamo alimenti nocivi, per la gratificazione dovuta all'adrenalina secreta, più li desideriamo.
Mangiando invece verdura e cereali (farro, kamut, segale, avena, miglio, mais, orzo e riso), frutta, frutta secca, proteine vegetali quali i legumi, il tofu, il seitan di farro o di kamut, il tutto biologico e integrale, riusciremo a nutrirci in modo corretto depurandoci e acquisiremo le capacità e l'istinto degli animali nello scegliere gli alimenti salutari o meno per il nostro organismo.
@ benga: mica parla male dei carnivori...anzi,in un passaggio dice che chi è fortunato mangia a casa la pasta, la bistecca ecc... leggi leggi, non pensare che siccome l'ho postato io questo articolo sia un inno al veganesimo. Tu che sei di slow food (o che sei a favore di slow food, non ricordo bene) dovresti essere d'accordo con il dottore dell'articolo.
@ dexter: credo che nomini quegli alimenti solo a titolo esemplificativo...da quel che ho capito, ilsuo intento dovrebbe essere quello di evitare i cibi industriali, raffinati, pieni di schifezze. Non saranno veleni veri e propri, ma di sicuro bene non fanno. Anche il mercurio, considerato un veleno per l'uomo, alla lunga ti uccide. Eppure piccole dosi quotidiane non fanno nulla (o quasi). Dipende da cosa si voglia chiamare veleno e cosa no...
@ algiz: ah...ma non eravamo noi veg figli del benessere...?
Come dici tu, una volta si mangiava ben poca carne o nulla. Com'è che non ci siamo estinti (soprattutto nel triangolo che citi, visto che usavano dei "sostituti")?
@ volpetta: ma come, non sono io l'ignorante e tu la so-tutto-io? Se tu li studiassi bene i testi seri, scopriresti che i polmoni sono uno degli organi emuntori,attraverso i quali cioè l'organismo elimina le impurità (ti sei mai chiesta perchè quando bevi alcolici o quando mangi aglio il tuo respiro ne abbia l'odore?).
Se uno mangia male, il suo sangue si depurerà anche a livello polmonare e ovviamente alla lunga i polmoni accumulano schifezze.
Addirittura qualcuno sostiene che i cibi animali, causando un accumulo di acidi urici a livello polmonare che permettono l'attecchire di nicotina, catrame ecc..., siano una concausa del cancro ai polmoni.
Organi emuntori, organi emuntori, organi emuntori...cerca sui tuoi libri, cerca...
@ volpetta: il sangue scorre in tutto il corpo, dovresti saperlo, per cui farà male anche ad altri organi se è carico di sostanze nocive. Non cercare di impuntarti su dei particolari.
Per il resto, continua pure a riciclare le battute del tuo compagno di scorribande ukraino...si vede che di tuo non ne sai dire.
Ma che brava.
Adesso che hai tirato fuori quattro paroloni scientifici ti senti più figa?
E' inutile che ti metta a sciorinare robe che avrai appena letto a caso su un libro e che manco saprai spiegare nemmeno tu, cara.
E sto zitto se e quando voglio io, non di certo se me lo dice una ragazzina ipertinente e maleducata (visto che ti permetti anche tu di dare nomignoli e prendere per il cùlo, senza essere provocata in alcun modo per giunta) che per aver tra le mani 2 libri si crede esperta di tutto ed in diritto di dare degli ignoranti agli altri.
Ti ho detto mai io "se non sai le cose stai zitta"? Anche se me ne hai dato l'occasione non l'ho mai fatto.
Và a studiare, và...

Soprattutto l'educazione.
----------

"...sono i primi ad aprire diatribe inutili (vedasi tutte quelle sulla soia)..."

Il discorso relativo alla soia è interessante... anche se gli onnivori hanno fatto di tutto per cancellarmi le domande dove c'erano scritte cose importanti da capire e hanno cercato di fare la massima confusione sull'argomento.
*
In merito alla domanda. In generale sono d'accordo sull'articolo.
Un piccolo appunto che volevo segnalare è una generalizzazione che trovo scorretta:

"...Le verdure se non biologiche sono ricche di pesticidi ..."

Secondo me "propagandare" queste idee è estremamente dannoso.
Già si mangiano poche verdure, se le persone iniziano a pensare al fatto che le verdure sono nocive credo che sia una cosa davvero sbagliata.

Metto un link utile al riguardo:

http://www.europass.parma.it/page.asp?IDCategoria=553&IDSezione=0&ID=325372

BIO? SENZA DIFFERENZE Tra le verdure analizzate ce ne sono alcune biologiche. La quantità di nitrati è comparabile a quella presente nel prodotti convenzionali. Molti sostengono che le verdure biologiche siano qualitativamente migliori di quelle convenzionali. Effettivamente esistono alcuni studi che hanno evidenziato parametri migliori nelle verdure biologiche in particolare per il contenuto più elevato di antiossidanti (di vitamina C), per l'assenza di residui di antiparassitari e per il mlnor contenuto di nitrati. Dobbiamo però constatare che nei nostri test, in genere, non rileviamo grandi differenze tra verdure bio e non bio, anche per quel che riguarda la presenza di pesticidi.
* * *
Nelle verdure italiane che abbiamo sottoposto ad analisi in questi anni non abbiamo quasi mai trovato residui di pesticidi in quantità degne di nota.
* * *
...
I terreni inquinati spiegano l'eccesso di nitrati nelle verdure. Soprattutto In quelle a | foglia verde, che già di natura tendono a formarli durante la loro crescita. Le fonti principali di inquinamento da nitrati sono i fertilizzanti agricoli, gli allevamenti..."

Un piccolo commento al link.
Quello che bisogna far capire a tutti è questo:
E' vero che gli allevamenti stanno inquinando, con i nitrati e gli altri contaminanti, l'acqua che beviamo e i cibi (vegetali) che mangiamo, ma è anche vero che i pesticidi si accumulano nella catena alimentare. La diossina si accumula nella catena alimentare, quindi per evitare pesticidi, diossine e contaminanti vari la cosa migliore da fare è proprio quella di evitare i cibi animali.

Certo, in generale preferire cereali, legumi, frutta e verdure da preparare, e se possibili freschi e crudi, piuttosto che i "piatti pronti" i cibi "in scatola", ecc.  (+ info)

Consigli sul mio dimagrimento veloce......please!!?


Allora sono dimagrita 9/10 chili in meno di un mese so che nn è proprio sano comunque...sono alta 1.66 e peso adesso 46/45 chili..
Adesso pero ho ripreso a mangiare normalmente, mi concedo le mie pizze una volta alla settimana e qualche dolce ma anche minestrone pesce..tutto sempre in quantità moderate e leggere...ero finita in acidosi per mancanza di carboidrati e adesso se faccio un giorno che mangio solo minestrone ci ricasco e l'alito mi sa di aceto..a parte questo appena mangio un po meno ricomincio a dimagrire...ma nn voglio piu di cosi alrimenti mi mancano solo 5 chili all'anoressia...Che ne pensate?
Posso mangiare tutto quello che voglio o potrei recuperare (non voglio) i dieci chili persi?
Ho 15 anni e mi piace mangiare pero nn voglio riprenderli...anche se comunque ero giusta prima di questa calata..ma sto bene come sono adesso..
Ciaoooo
----------

é assurdo!!!10 kili?!in meno di un mese?!impossibile...e hai 15 anni?!mi auguro ke tu sia in cura da un nutrizionista ke ti spieghi kome affrontare il problema e ke ti aiuti a riprenderti!!la kosa è molto seria...devi ricominciare a mangiare seriamente,reinserendo,un pò alla volta,tutti gli alimenti...non hai idea di ke shock hai provocato al tuo fisiko kon questo dimagrimento!!vai inkontro a conseguenze molto serie...dammi retta kredimi!!!affidati ad un esperto...  (+ info)

info candida albicans?


ciao!ho vent'anni..settimane fa avvertivo bruciori intimi, perdite, pruriti..così ho svolto il tampone vaginale. oggi sul referto c'era scritto "presenza in bassa carica di candida albicans". per una valutazione clinica microbiologica di 'vaginite micotica'. ho notato anche un'assenza di lattobacilli.
mia madre mi ha rassicurato dicendomi che non è niente di grave. tuttavia digitando su un motore di ricerca qualsiasi 'candida albicans' ho trovato di tutto e di più, in particolare una frase che mi ha lasciata un po' attonita: "Candida Albicans può emigrare e colonizzare anche altre parti del corpo; essa è portata dal sangue e/o dalla linfa, in tessuti con acidosi ed intossicazioni, di altri organi e può produrre nel tempo e se il soggetto sta vivendo forti conflitti spirituali irrisolti, anche il cancro". voglio dire... ho sempre pensato che la candide fosse semplicemente un'infezione intima..e tuttavia non penso che sia un qualcosa di così estremamente grave...
----------

Per candidosi si intende le malattie causate da candida albicans.
La candidosi è la più frequente infezione micotica ( provocata cioè da funghi ) che colpisce l’apparato genitale.
Si presenta come vaginite con “fluor” bianco-grigiastro più o meno schiumoso.
Si stima infatti che circa il 75% delle donne manifesti questo disturbo almeno una volta nella vita, anche se sono in aumento le infezioni causate da altre specie di Candida ( ad es. glabrata, ecc…) e le infezioni miste cioè da funghi e batteri contemporaneamente.
In realtà, la candida può attaccare moltissimi tipi di tessuti ed è anche contagiosa.
La sua diffusione è enorme e in costante crescita.
In qualsiasi forma si presenti, la candidosi presuppone un’infezione intestinale.
Può essere una malattia sessualmente trasmessa, ma può anche essere un sintomo di accompagnamento di altre malattie sessualmente trasmesse.
Più di frequente, è una semplice infezione micotica, iniziata senza una causa specifica e non necessariamente contratta sessualmente, ma spesso trasmessa al partner e ritrasmessa alla donna.
Per questo motivo, è sempre bene rivolgersi al medico dopo un rapporto sessuale non protetto.
Come si trasmette
La candida si trasmette tramite le mucose, quindi non solo con il contatto tra organi genitali, ma anche tramite la saliva ( o meglio bocca )
Quali sono i fattori
La candida può essere isolata dall’apparato genitale del 20% circa delle donne sane e asintomatiche in età fertile.
•Lavaggi troppo frequenti
•Mestruazioni
•Stress prolungato
•Deficit delle difese immunitarie
•Diabete
•Terapie antibiotiche ( specie protette o a largo spettro )  (+ info)

per studenti medicina-medici...?


perdonatemi ma ho bisogno di una mano...domani ho un esame(fisiopatologia clinica), mi sono appena inbattuta nell'equilibrio acido-base...
ecco tra le cause di acidosi metabolica abbiamo anche cetoacidosi diabetica.....avendo fatto biochimica 2 anni fà, non ricordo più come funziona....!
c'è qualcuno che me ne spiega la patogenesi???

e poi, cosa sono RTA1, RTA2 e RTA4?????

GRAZIE!
vi abbraccio! ...micol...
----------

gli RTA perdonami ma non ho la piu' pallida idea di cosa siano... per quanto riguarda la chetoacidosi diabetica la cosa funziona cosi'... siccome il deficit di insulina non permette alle cellule di internalizzare il glucosio e quindi di utilizzarlo viene richiesta al corpo la produzione di corpi chetonici a partire dagli acidi grassi per soddisfare il fabbisogno energetico cellulare... questi corpi chetonici (acetoacetato e altri) sono composti acidi e una loro produzione massiva porta l'equlibrio dell'organismo verso l'acido cosicche' di solito il corpo, in condizioni normali, tenta un recupero di tipo respiratorio iperventilando...  (+ info)

qual è la tua fissazione??


io stasera al lavoro continuavo a tagliare limoni,non riuscivo a smettere.. quei limoni acidosi brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr XDXD
ahahhahahaha -.-
x chi non lo avesse capito faccio la barista -.-
----------

mi fai un mojito?

pliiiiiiis..

;)  (+ info)

AIUTO!!!!POTREBBE MORIRE UNA PERSONA!!!!?


Grazie per aver aperto questa domanda allora,vi spiego,potrebbe morire mio nonno (non è una bufala,sul serio!!!!) mi chiama mia madre che mi dice:dai a nonno un paio di compresse di efferalgan 1000 mg,che noi tra un pò torniamo (perchè erano fuori) io allora dò 2 compresse a mio nonno,poi arriva mia mamma a casa,gli dico che gliele ho date e lei si incavola con me!!!!intendeva da portar via (perchè mio nonno abita quà vicino) allora io penso "ma cavolo esprimiti meglio!!!!" dice che è un sovradosaggio e potrebbe avere un collasso,io ho cercato su internet ed ho trovato......

04.9 Sovradosaggio
Sintomi: l'intossicazione acuta si manifesta con nausea, vomito, anoressia, pallore, dolori addominali; tali sintomi compaiono in genere entro le prime 24 ore. Sebbene la forma effervescente renda questa eventualità quasi irrealizzabile, il sovradosaggio massivo (superiore ai 10 g di paracetamolo negli adulti ed ai 150 mg/kg di peso corporeo nei bambini) può provocare citolisi epatica che può evolvere verso la necrosi completa e irreversibile, con conseguenti insufficienza epatocellulare, acidosi metabolica ed encefalopatia, che possono portare al coma ed alla morte.

io adesso mi sento in colpa e mia madre non mi vuole vedere.....voi cosa dite????
se vi può aiutare mio nonno ha 84 anni,e le compresse sono Efferalgan 1000 mg compresse per adulti
No,mia madre non ha chiamato un medico,e non potremmo comunque,perchè lui è già andato nella sua casa....
----------

ALLORA, su quello che hai scritto tu(se e' riferito a efferalgan) negli adulti il sovradosaggio e' 10g (a quanto scritto) mentre tu hai dato 1000mg quindi 1g, dovevi dargli 10 pastiglie per intossicarlo.  (+ info)

1  2  

Lasciare un messaggio o immagine su "acidosi respiratoria" (o accedere al forum):