FAQ - Fibroma
(Powered by Yahoo! Answers)

Quali rischi si corrono nell'operare insieme un fibroma all'utero più l'incontinenza urinaria?


M. Mamma ha un fibroma all'utero ma siccome è molto obesa ed ha un incontinenza da stress. Han deciso in ospedale di fare un intervento unico per risolvere entrambe le cose.
Ma come al solito non ci è stato spiegato ne in cosa consiste l'intervento ne come viene eseguito ne come si chiama.
L'intervento è prenotato fra 2 settimane. Dovrebbero fare prima un Isteroscopia? Ma sentendo un'altra ginecologa nel frattempo ci ha detto che potrebbero farle una Isteroannessiectomia. é possibile?
Le tolgono tutto l'utero? E le mettono una protesi in plastica?
Ma è davvero necessario o è meglio togliere solo il fibroma?
E' rischioso dopo i 65 anni?
Il Pap-Test e lesame Citologico indicano:
-"Reperto Citologico: Entro i limiti della norma"
-"Quadro Citologico negativo per la ricerca di cellule neoplasiche" -Nell'ecografia Transvaginale "Struttura disomogenea per fibromatosi"
In Ospedale ha fatto gia gli analisi preliminari (radiografia, elettrocardiogramma, an.sangue) e le han fatto firmare un foglio di acconsenso per l'anestesia durante l'intervento. Ma non c'era scritto nulla riguardo al tipo di intervento da eseguire. E ovviamente mai che diano una copia al paziente.
Ho molto timore rigurdo il da farsi.
C'è qualche medico che mi sa dire qualcosa? O qualcuno che ha gia subito questo intervento? Puo togliere solo il fibroma senza rischi? Fare entrambi gli interventi cosa comporta?
Il medico secondo primario di Ginecologia le avrebbe fatte entrambe!
----------

non si possono fare entrambe le cose.  (+ info)

se i fibroma cresono vanno quasi sempre levati?e si possono fare con laparoscopia,in cosa consiste?


con questo metodo se ne possono togliere piu di uno,anche i fibroma piu piccoli?dopo l intervento possono ritornare?
----------

l'intervento io l'ho fatto ma per motivi diversi, lo deve fare anche mia madre per un fibroma.
La laparoscopia è un intervento chirurgico meno invasivo degli altri perchè non ti aprono, cioè, ti fanno 3 taglietti in zone diverse della pancia ed entrano dentro di te con 1 telecamera e gli strumenti, così vedono meglio la zona da operare e i rischi sono minori, qualsiasi rischi.
Tipo da me c'era il problema che mi dovessero togliere l'ovaia, invece sono riusciti ad evitarlo =)
i fibromi potrebbero rispuntare, ma magari è anche più facile curarli se presi in tempo e quindi più piccoli! =)

se vuoi sapere di più chiedi pure ;)  (+ info)

Rimozione fibroma sottocutaneo cuoio capelluto?


Ciao a tutti,
mi sono operato ieri per la rimozione di un fibroma sottocutaneo nel cuoio capelluto nella parte superiore del cranio.
Il mio dubbio è la garza che mi è stata applicata. Infatti è stata arrotolata, appoggiata sulla ferita e legata alla mia testa con tre punti, non so se mi spiego:

Ho una garza di 5 cm circa arrotolata a sigaretta appoggiata sulla ferita e allacciata con dei punti sulla pelle della testa. E' normale. Vorrei poter postare qualche foto da qualche parte come riscontro. Scrive qualche email così da potervi inviare la foto della garza.
----------

ciao non ti devi preoccupare e' una manovra normalissima ti e' stata fissata con dei punti in modo che la garza faccia un po di compressione sulla ferita evitando che questa sanguini  (+ info)

voglio informazioni dettagliate riguardo l'operazione di esportazione del fibroma grazie?


SXO SIA QSTO!!!
Cos’ è il Fibroma uterino?
Il fibroma è il più frequente tumore benigno dell’ utero.
Esso si forma a partenza del tessuto muscolare uterino.
Un fibroma può presentarsi con dimensioni molto variabili, potendo variare il suo diametro da pochi millimetri fino a oltre 10-15 cm, raggiungendo nei casi estremi delle dimensioni tali da occupare buona parte dell’ addome. Inoltre nella stessa paziente può presentarsi un singolo fibroma o più fibromi simultaneamente, di forma, sede e dimensioni variabili.

Il fibroma è una patologia tipica dell’ età fertile e come tale può essere stimolato nel suo accrescimento dalla produzione ormonale ovarica. Infatti con la menopausa si verifica spesso una sua riduzione di volume.

La possibilità che un fibroma possa degenerare in forma maligna (diventando così un sarcoma dell’ utero) è estremamente rara (circa 1 su 1000); tale rischio può essere sospettato di fronte ad un rapido accrescimento di volume riscontrato in occasione di controlli clinici o ecografici.

Come può svilupparsi un Fibroma?
In oltre il 90% dei casi il fibroma si sviluppa a carico del corpo uterino. Nel 10% dei casi si sviluppo a livello del collo uterino o dell’ istmo (tratto dell’ utero interposto tra il collo e il corpo dell’ utero).

In rapporto alla parete e alla cavità dell’ utero, un fibroma può presentarsi in diverse forme.

Fibroma intramurale: si sviluppa esclusivamente nello spessore della parete muscolare uterina, comportando, in rapporto al suo volume, una modificazione di forma e volume dell’ utero.

Fibroma sottosieroso: tende ad accrescersi sempre a partenza della parete uterina, ma sviluppandosi prevalentemente verso l’ esterno, sotto la sierosa peritoneale che riveste l’ utero. In tal caso la forma dell’ utero tende a manifestare una alterazione circoscritta alla sede del fibroma. Talora un fibroma a sviluppo sottosieroso mantiene contatto con la parete uterina solo con un peduncolo (fibroma peduncolato).

Fibroma sottomucoso: si accresce sempre a partenza della parete uterina, ma sviluppandosi prevalentemente verso l’ interno, verso la cavità endometriale.

Che sintomi comporta un Fibroma uterino?
Spesso la presenza di un fibroma può essere totalmente priva di sintomi. In questi casi la diagnosi viene fatta in maniera del tutto casuale in occasione di visita ginecologica o ecografia, magari eseguite per altri problemi (ad esempio in occasione di ecografia eseguita come controllo di routine in gravidanza). Quando sono presenti dei sintomi, questi possono consistere in problemi emorragici (menometrorragie), o talora possono manifestarsi disturbi dovuti alla compressione da parte del fibroma su organi vicini, oppure può esservi una sintomatologia dolorosa.

Disturbi mestruali: mestruazioni con flusso più abbondante o perdite ematiche al di fuori del periodo mestruale possono più frequentemente presentarsi in caso di fibromi a sviluppo sottomucoso. Possono però spesso manifestarsi sintomi emorragici anche in presenza di fibromi intramurali; in tal caso il maggior sanguinamento può essere dovuto ad una minore capacità contrattile dell’ utero (in conseguenza della sua struttura fibromatosa) o ad una anomala vascolarizzazione.

Dolore: nella maggior parte dei casi la presenza di uno o più fibromi può non comportare dolore. Tale sintomo può essere dovuto all’ eventuale verificarsi di complicanze. Ad esempio un fibroma peduncolato può torcersi sul suo peduncolo e dare vivo dolore in conseguenze del blocco della sua circolazione sanguigna. Inoltre un fibroma può andare incontro ad una degenerazione rossa della sua struttura (degenerazione su base circolatoria, che non va intesa come degerazione maligna) per problemi di tipo circolatorio al suo interno, con conseguente dolore. Altra motivazione di dolore, che può verificarsi soprattutto nel periodo mestruale, può essere rappresentata dal tentativo dell’ utero di espellere dalla sua cavità un fibroma sottomucoso.

Disturbi da compressione: tali disturbi sono presenti in caso di fibromi discretamente voluminosi che possono quindi rendersi responsabili di dolore e/o senso di peso al basso ventre o a livello lombo-sacrale. Inoltre, in rapporto a volume e sede del fibroma, possono essere presenti sintomi urinari (stimolo a urinare frequentemente o talora incontinenza urinaria) in caso di pressione sulla vescica (che è in stretta vicinanza dell’ utero), oppure sintomi intestinali per compressione sul retto con conseguente difficoltà alla defecazione.

Come si fa diagnosi di Fibroma uterino?
Come è già stato detto in precedenza, la presenza di uno o più fibromi può anche comportare un’ assenza totale di sintomi. Talora il problema può essere sospettato dal Ginecologo in base a sintomi mestruali o dolorosi riferiti dalla paziente. I mezzi che consentono di arrivare alla diagnosi sono i seguenti:

Visita ginecologica: la presenza di fibromi molto voluminosi può talora già essere sospettata alla palpazione d  (+ info)

in che cosa consiste un fibroma al femore?


allora mi è stato detto che ho un fibroma nel femore... e mi hanno detto che non è niente d grave...
io sinceramente non ho mai sentito parlare di un fibroma che nn faccia niente di male... è possibile...

per favore rispondete solo se sapete dirmi qualcosa di certo... e non cavolate grazie
----------

Il fibroma è un tumore quasi sempre benigno, formato da tessuto connettivo fibroso. Si definisce fibroma se è povero di cellule e ricco di fibre. Se invece ha molti fibroblasti e istiociti e poche fibre si definisce fibroma molle. La formazione di un fibroma può avvenire in sedi molto varie; in particolare, nel periostio (a livello della mascella, dell'occipitale, delle vertebre, delle costole, dello sterno e del femore) o nell'utero, a livello del miometrio. All'interno del fibroma possono formarsi delle cisti, oppure si possono avere processi di calcificazione, cioè un progressivo arricchimento in sali di calcio che conferiscono una certa rigidità alla formazione tumorale. A volte, in seno al fibroma coesistono altri elementi sempre di natura muscolare o adiposa: in tal caso si parla di fibromiomi o fibrolipomi. Il fibroma dell’utero si localizza a livello del tessuto muscolare che forma la parete di quest’organo. Può svilupparsi in posizioni differenti: a livello del corpo o del collo dell’utero, sporgente verso la cavità interna o sporgente verso la superficie esterna. I fibromi uterini hanno dimensioni variabili: alcuni hanno un diametro di pochi millimetri, altri occupano tutta la cavità dell'addome. Il fibroma in genere si manifesta nelle donne di età compresa tra i 30 e i 45-55 anni, cioè fino all’età della menopausa. Risulta particolarmente frequente tra le donne che non hanno mai partorito. I fibromi uterini possono essere asintomatici; in genere, però, producono come primo sintomo una variazione del flusso mestruale, che si fa più abbondante, e piccole emorragie, soprattutto in concomitanza con l’ovulazione. Quindi, gli episodi emorragici divengono più numerosi; compaiono dolore e altri disturbi, in genere dovuti alla compressione dei tessuti e degli organi circostanti (come la vescica, il retto e gli ureteri). La presenza di un fibroma non rende impossibile una gravidanza; questo tumore, però, se è di notevoli dimensioni può comunque generare complicazioni quali rischio di aborto o di parto prematuro, errata posizione del bambino e difficoltà dell’utero a contrarsi durante il parto. Nel caso di fibromi uterini di piccole dimensioni, non si procede a un’asportazione chirurgica, ma si può trattare la paziente con farmaci ad azione ormonale ed emostatica (che cioè tendono a bloccare localmente il flusso del sangue), in modo da limitare lo sviluppo del tumore o da allontanare il più possibile il ricorso all’intervento chirurgico. Quando è necessario effettuare l’intervento chirurgico (spesso questa circostanza si verifica in previsione di una gravidanza), si procede all'asportazione del solo fibroma, o, nei casi più gravi in cui la formazione tumorale è di notevoli dimensioni, si effettua un’isterectomia, cioè un’asportazione totale dell’organo colpito.
Ma stai tranquill. mia mamma ne ha un paio all'utero e li tiene controllati questo è l'importante. ciao un bacio!  (+ info)

dopo quanto tempo si può avere un bimbo avendo subito l'asportazione di un fibroma uterino?


Ti parlo per esperienza, non proprio personale, ma per cio' che è capitato a mia sorella.
aveva subìto, nell'arco di 3 anni, 3 operazioni per asportazione di fibromi.
L'ultima è stata nell' agosto 2001 e a gennaio 2002 è rimasta incinta, ha avuto un meraviglioso bimbo che, tra l'altro, è cresciuto in compagnia di un altro fibroma di 1 kg,è andato tutto bene e durante il parto le hanno asportato l'ennesimo fibroma che le si era formato.
ti auguro un grande in bocca al lupo.
Buona giornata cara.  (+ info)

un fibroma uterino come nasce e perchè?da dei sintomi e quali?


le cause per cui nasce un fibroma (che è un nodo di tessuto fibroso e muscolare che nasce nelle pareti dell'utero) sono ignote. E' una cosa molto diffusa, e non è pericolosa. Non si può prevenire, per cui le visite ginecologiche periodiche per evitare la comparsa del fibroma sono inutili. La prevenzione in ginecologia è utile, ma riguarda altre cose (per esempio i tumori del collo dell'utero, cioè Pap test a partire dai 25 anni ogni 3 anni).
Se un fibroma diventa molto grosso deve essere asportato, perchè dà fastidio, questo però accade nella minoranza dei casi; nella maggioranza dei casi resta lì, e poi, dopo la menopausa diminuisce di dimensioni e spesso scompare. Se il fibroma è piuttosto grosso, magari potrebbe dar noia ad una gravidanza, in tal caso va asportato conuna piccola operazione. Chi può consigliarti al proposito è ovviamente il ginecologo.
Posso dirti che in medicina alternativa si dice che i fibromi sono "progetti non realizzati", cioè, ad esempio, figli desiderati e non fatti, oppure progetti artistici non espressi, o desideri non realizzati. Quindi, a parer mio, se proprio vuoi fare prevenzione, cerca di esprimere al massimo la tua creatività, in senso artistico o altro.
Ciao!  (+ info)

dopo quanto tempo avendo subito una asportazione, di fibroma con taglio ?


cesario posso fare ginnastica, tirare su dei pesi insomma fare fatica?
----------

Devi chiedere consiglio al tuo medico.Devi comunque aspettare che la ferita ti si sia risarcita completamente e che i punti ti si siano riassorbiti del tutto perchè con uno sforzo c'è la possibilità che ti si stacchino o fuoriescano.Quindi secondo per fare attività pesanti come i pesi devi aspettare almeno 2 mesi ma nel frattempo puoi tenerti in forma con lunghe camminate anche a passo svelto e un pò di cyclette,ma non di più mi raccomando,c'è in gioco la salute!
Auguri per la guarigione un bacione   (+ info)

il fibroma uterino puo essere levato o va per forza rimosso l'utero?


mia madre ha 48 anni e i medici le hanno detto che va rimosso l'utero..anche se prima dicevano che bastava solo il raschiamento che le hanno fatto fare una volta. ma addiruttura asportare l'utero mi sembra troppo...
----------

il fibroma uterino si può rimuovere senza eseguire un'isterectomia. l'intervento si può eseguire anche in laparoscopia. il problema sorge se il fibroma è molto grosso o se ci sono più fibromi.. sono formazioni molto vascolarizzate dato che si formano nella parte muscolare dell'utero (miometrio) e quando vengono asportati sanguinano in abbondanza. in quei casi, se la donna non è più fertile, si preferisce rimuovere l'utero  (+ info)

Consolatemi perpiacere...Chi di voi ha partorito dopo una laparoscopia a fibroma uterino?


Quanto tempo ha dovuto aspettare, dopo l'operazione, prima di cercare un figlio? devo operarmi tra un mese (esclusa embolizzazione perchè non ho ancora figli)...ho 33 anni, sono felicemente sposata da due e mi spezza il cuore dover aspettare davvero un anno, come mi ha detto il gine, prima di provarci...non mi aspetto risposte diverse da quella del mio gine, ma almeno...vi prego...consolatemi un pò...
----------

Io sono stata operata in laparoscopia per una ciste torta emorragica...beh il ginecologo ai tempi mi disse che dovevo aspettare almeno 2 anni...ma nel mio caso l'ovaia era stata (anche se molto lievemente) danneggiata e poi avrei dovuto fare una cura ormonale...penso che se il gine ti ha detto così, o lo fa x i punti (perchè altrimenti ti può creare problemi la crescita del pancione) oppure x dare al corpo il tempo di assestarsi...armati di un pò di pazienza che la cicogna arriverà!  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio o immagine su "Fibroma" (o accedere al forum):