FAQ - Diabete Mellito Di Tipo Ii
(Powered by Yahoo! Answers)

che effetti puo avere la marijuana su una persona con diabete mellito di tipo 1?


ciao a tutti sto facendo una ricerca sui vari effetti della marijuana... se viene usata o assunta da una persona con diabete di tipo 1 ha gli stessi effetti che ha sulle altre persone o qualcosa cambia?? se cambia qualcosa me lo potete spiegare x favore??
----------

succede quello che succede a tutti gli altri.
l'unico problema è che se si hanno i sensi alterati poi è difficile riconoscere un'ipo e si potrebbe rischiare il coma ipoglicemico perchè non sei in grado di intervenire.  (+ info)

Conoscete qualcuno che è guarito dal diabete mellito di tipo 1?


purtroppo per il diabete di tipo 1 non vi può essere guarigione. o meglio questo era il destino dei diabetici fino a qualche anno fa, infatti dal 2005 studiosi italiani in America hanno trovato un metodo per curare il diabete di tipo 1 con l'uso delle cellule staminali. io ti consiglio di visitare i seguenti siti: http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=2023
http://www.repubblica.it/2005/i/sezioni/scienza_e_tecnologia/stamidiabe/stamidiabe/stamidiabe.html
  (+ info)

L'uso dell'insulina per curare il diabete mellito tipo 1 è permesso nelle competizioni sportive?


Vorrei chiedervi se è permesso a una persona diabetica prendere insulina, sostanza proibita dalla WADA in quanto ormone fortemente anabolizzante (aumenta la massa muscolare). Ok, la WADA dice che se si hanno malattie si possono prendere anabolizzanti (insulina, testosterone, GH, IGF-I...) a scopi medici, ma se le cose fossere così semplici gli atleti poco onesti non direbbero di avere malattie in modo da prendere sostanza dopanti legalmente e senza problemi?
PS: fortunatamente non ho e non avro il DM1, e spero di non avere in futuro il DM2.

Ero solo incuriosito perchè con la demonizzazione delle sostanze anabolizzanti tutto è diventato vietato.
----------

Nel tuo caso (paziento con DM tipo 1) basta un piccolo prelievo di sangue e dosare il peptide C, che risulta assente nei pazienti con DM tipo 1.
Inoltre gli atleti che assumono sostanze dopanti a scopo curativo devono presentare regolarmente delle documentazioni mediche che attestino la malattia e l'effettiva necessità della cura.  (+ info)

Curiosità: col diabete mellito tipo 2 si perde peso o si ingrassa?


Salve, in seguito all'asportazione della testa del pancreas, da qualche anno soffro di diabete mellito. Solo da ottobre a causa della glicata alta, ho cambiato farmaco (metformina) e dopo la visita diabetologica 6 mesi fa ho iniziato una dieta più ferrea; prima mangiavo carboidrati a go-go e finalmente ero riuscita ad ingrassare qualche chiletto. In famiglia siamo tutti magri e io ho sempre avuto problemi di "sotto peso".
Adesso sono così magra che mi faccio schifo. E' normale? E' solo conseguenza della dieta oppure dipende anche dal diabete in sè, come dice il mio medico?
Eppure un sacco di gente dice che i diabetici hanno problemi di obesità.... QUAL E' LA VERITA'?
Inutile dire che vorrei ingrassare di nuovo
----------

ciao in realtà il fenotipo più frequente nel diabete di tipo 2 è un soggetto obeso perché il grasso soprattutto quello centrale (quello a livello dell'addome) è metabolicamente attivo. quindi un soggetto più frequentemente è prima obeso e poi diabetico.
Nel tuo caso il calo ponderale è ascrivibile (oltre ai fattori costituzionali) al farmaco che usi poichè la metformina, che ritengo uno dei migliori farmaci per trattare il diabete di tipo 2, è nato come farmaco per il trattamento dell'obesità (non in italia dove è usato esclusivamente per la cura del diabete) per il suo effetto anoressizzante.
Dunque potresti cambiare farmaco per non avere problemi di peso ma io lo sconsiglio perchè il tuo obiettivo primario è quello di tenere sotto controllo in modo ottimale il diabete. ciao  (+ info)

soffro di diabete mellito tipo 2 e vorrei sapere se carote,spinaci e zucca sono alimenti sconsigliati?


la dieta di chi affetto da diabete dovrebbe essere ben equilibrata in quanto una sana alimentazione è importante per tutti. Per mantenere costanti i valori di glucosio durante la giornata, è efficace suddividere le calorie quotidiane in 5 pasti: colazione, pranzo, cena e due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio.

Meglio mangiare:

Cereali – Pasta e cereali i integrali (avena, orzo perlato), preferibili rispetto al pane o al riso per il più basso Indice Glicemico, sono ricchi di zuccheri complessi e fibre e vengono assorbiti lentamente.
Devono rappresentare la principale risorsa energetica e l'elemento più importante del pasto.

Legumi - Fagioli, lenticchie, piselli, ceci, fave e soia contengono fibre e proteine di valore pari a quello delle carni, ma non contengono grassi.
Sono alimenti da favorire anche per il loro effetto saziante.
Possono essere aggiunti di spezie o uniti ai cereali in piatti unici.

Ortaggi – alimenti ricchi di fibre e vitamine ma poveri di zuccheri e calorie, tanto che possono essere assunti senza tener conto della quantità.
Insalata, zucchine, carote, pomdori, melanzane, peperoni, bieta, spinaci, cicoria, cetrioli, vanno quindi assunti crudi e cotti, nella quantità di 2 o 3 porzioni al giorno.

Frutta - Ricca di fibre e vitamine contiene una certa quantità di zucchero.
Piuttosto che uva, cachi, fichi, banane e frutti esotici meglio scegliere la frutta con meno zucchero: pere, mele, agrumi, melone, cocomero, frutti di bosco, kiwi, fragole, ciliegie, susine, ananas, ed ove possibile, mangiarla con la buccia.  (+ info)

Il Diabete mellito tipo 1 può essere trasmesso?


IL DIABETE MELLITOTIPO 1 PUO' ESSERE TRASMESSO X VIA SESSUALE O ALTRI MODI?--- O ESSENDO UNA MALATTIA AUTO IMMUNE NN PUO' ESSERE TRASMESSA?
----------

No il Diabete non può essere trasmesso.

Ho fatto una piccola ricerca:
Per poter ammalare di diabete mellito tipo 1 è necessario avere una predisposizione che, pur se geneticamente determinata, non è ereditaria per cui è assolutamente raro trovare più casi di diabete mellito tipo 1 nella stessa famiglia.
Tra le cause della malattia sono importanti gli aspetti genetici. Il rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 è del 30-40% nei gemelli monozigoti (gemelli identici), del 5-10% nei fratelli e del 2-5% nei figli. Studi di genetica hanno permesso di identificare i geni attraverso i quali si trasmette la predisposizione alla malattia, geni che interessano la risposta immunitaria, il meccanismo preposto alla difesa del nostro organismo da agenti esterni (come batteri e virus).
Nel diabete tipo 1, il sistema immunitario si attiva per errore verso le ß cellule del pancreas: si formano così anticorpi che attaccano le preziose cellule ß, per cui l'insulina non può più essere prodotta e si scatena la malattia diabetica. Per questo motivo, il diabete di tipo 1 viene classificato tra le malattie cosiddette “autoimmuni”.
Sembra che questa attivazione impropria della risposta immunitaria sia scatenata da un fattore esterno, ancora non conosciuto con certezza.  (+ info)

Se si ha il diabete di tipo II si può diventare insulinodipendente?


Ciao, studio Medicina all' ultimo anno.
Purtroppo la risposta è sì.
Normalmente la terapia iniziale del diabete II è la dieta controllata, che riesce a gestire la malattia in una buona percentuale di casi. Se quella non funziona (o semplicemente, come avviene nella gran parte dei casi, il paziente non si controlla nel mangiare) si passa alla terapia per bocca con gli ipoglicemizzanti orali, ai quali va associata comunque sempre una certa attenzione nella dieta e nel mangiare, perchè anche loro stessi non fanno miracoli.
Nei casi in cui la risposta ai farmaci sia scarsa, per i motivi di cui sopra o semplicemente per una scarsa sensibilità ai farmaci, è necessario passare all' insulina sottocute. Anche questa, però, richiede certi accorgimenti dietetici per funzionare al meglio.
Possiamo dunque concludere che, quando il diabete II richiede terapia insulinica, si tratta di casi particolarmente difficili da gestire o perchè l' insulinoresistenza tipica del diabete di tipo II è imprevedibile e di difficile controllo, o perchè semplicemente il paziente non è attento agli accorgimenti e alle prescrizioni che il medico gli ha proposto. Purtroppo è questo il punto su cui si gioca la differenza, molte volte, e da cui dipendono le terapie e le scelte.
Se c' è qualcos' altro che vuoi sapere chiedimi.
A presto.  (+ info)

Diabete mellito tipo 2, si può sgarrare ogni tanto?


Ciao ho il diabete da alcuni anni ma solo qualche mese fa ho cambiato farmaco e mi hanno indirizzato dal diabetologo che mi ha consigliato cosa mangiare. Sono anche stata dalla dietologa che mi ha dato una dieta appropriata sia per il diabete che per l'osteopenia (sono in menopausa e ho le ossa ridotte come quelle di un'anziana). Oltretutto sono sempre stata sotto peso, solo l'anno scorso avevo finalmente raggiunto il mio peso-forma ma con la dieta ho perso di nuovo qualche chilo. Insomma, dovrei ingrassare, ma riducendo i carboidrati (si può dire che mangiavo solo pasta e pane, prima) per il mio fisico è quasi impossibile.
Ho anche il colesterolo "buono" basso. Insomma, dovrei fare del moto.
Premesso che facevo karate e palestra fino a tre anni fa e da allora la mia schiena si è bloccata per l'inattività, adesso faccio yoga una volta la settimana, ma credo non basti.
Controllo la glicemia 3 volte la settimana, un paio di volte 2 ore dopo pranzo ha raggiunto i 280.
La visita dal diabetologo ce l'ho il mese prossimo.
Ogni tanto mi viene voglia di sgarrare e mangiare qualcosina ma evito.
Voi sgarrate ogni tanto?
Perché tutti dicono che il diabetico ha sempre sete, mentre io non ho mai avuto sete in vita mia e bevo pochissimo?
Mi sento un disastro.
----------

ascolta bene yasashii il diabete è una condizione seria, ti sgranocchia piano piano se non lo curi adeguatamente...purtroppo la maggiorparte delle persone che hanno questo tipo di problema lo sottovaluta, o perchè non sono ben informate sui rischi che può portare o perchè crede che il diabete non sia una patologia grave(con queto non voglio spaventarti ma metterti solo in allerta)...cmq 280 dopo pranzo è abbanzanza alto come glicemia. il mio consiglio è: fai, se hai tempo, una bella corsetta leggera oppure una camminta con passo svelto ogni giorno per almeno un oretta. Bevi tanto, perchè il diabete può portarti all'insufficienza reale e quindi dialisi tutti i giorni nonchè problemi alla vista. bevi almeno 2 litri di cqua al giorno per non sovraccaricre di lavoro i reni. se fumi smetti, o almeno riduci il numero di sigarette. se segui questi piccoli consigli il diabete non ti darà problemi neanche quando sarai più i là con gli anni e qualche volta potrai sgarrare e mangiare quello che più ti piace. (non farlo se hai la glicemia troppo alta)...ciao e auguri...  (+ info)

Cosa mi diranno di mangiare col diabete di tipo II, probabilmente da insulino resistenza? Adesso andrò dal ?


diabetologo per vedere che tipo ho perché mi hanno detto che ce ne sono tanti tipi, anche diabete autoimmune, ovvero un tipo di diabete per cui il corpo produce anticorpi che distruggono l'insulina o qualche cosa del genere. Una signora che ha vissuto col marito diabetico (tipo I) mi ha detto che bisogna togliere QUASI TUTTO, MAI PANE, PASTA MAX 50 grammi al dì, niente salumi nemmeno bresaola e prosciutto, niente niente vino, QUASI SOLO CARNE E VERDURA. Boh.........mia nonna era diabetica tipo II e mangiava un po' di tutto. Nelle occasioni sgarrava. Ma comnunque mangiava di tutto, pur avendo anche problemi di ipertensione.
Io mangio così: colazione: 4-5 biscotti secchi senza zucchero e caffé amaro o con dolcificante (2-3 caffé nell'arco di una mattinata).
Metà mattina: il caffé appunto e magari un biscotto.
Pranzo: per motivi di lavoro pranzo 1 volta a settimana alle 15.00, due volte alle 15.45 circa ma non pranzo davvero: olive, non tantissime al naturale, crackers o qualche galletta di riso con formaggio light o grana oppure un po' di slamone o un po' di bresaola (circa 100 grammi). Siccome passato il picco dei valori alti la mattina a digiuno e verso le 11.00 ho un CALO ENORME (arriva a 80), certe volte a pranzo bevo del vino, non tantissimo. C'è da dire però che vado a lavorare a piedi (un'ora), al lavoro faccio scale, faccio le faccende in casa, quando posso vado a correre.
Cena: solitamente, 100-150 grammi di proteine con verdura cruda o cotta; se fa molto freddo cucino una torta salata SENZA BURRO, FORMAGGIO ECC..., solo con verdura, olio, sale. Certe volte mangio la pizza però sia che io mangi secondo e verdura sia che io mangi pizza non mangio altro cioè dopo la pizza non cerco dolci, gelati, ecc..
Durante il fine settimana bevo la coca cola light o una birra. DIPENDE.
Non mangio MAI schifezze fuori pasto (anche al mare, la sera, tutti sono lì col gelato ed io..........con la'cqua minerale liscia!). Se mangio due gelati in 4 mesi sono tanti!!!!!!!!!
Io mi auguro che basti una cura e che il diabetologo mi dica quanti carboidrati al giorno devo mangiare e come suddividerli.
Anche perché, ma non se questo la diabetologo importerà, per motivi di crisi d'ansia piuttosto serie, pressione elevata e carenza di ferro non posso seguire diete troppo ferree.
----------

Olla mi sembra che tu sia molto confusa e adesso lo sono anche io...ma scusa te non sapevi già di essere diabetica??? O_o

Cmq il diabete autoimmune di cui parli è il diabete insulino dipendente TIPO 1 mentre quello alimentare che si cura con la dieta e gli ipoglicemizzanti orali è quello di TIPO 2.
La signora ti ha detto un sacco di bugie (per non dire cazz.....e) perchè non bisogna togliere assolutamente NIENTE di cibo in caso di diabete di tipo 1:
mangi ogni cosa (ovviamente senza esaegerare come dovrebbero fare tutti) e ti fai l'insulina proprio perchè il tuo pancreas non la produce più e quindi non sopperisce alla sua funzione di regolarizzatore di zuccheri nel corpo. Fine.

Non esistono cose proibite (ci vuole cmq un minimo di buon senso..è logico che se al mattino ho 200 di glicemia la fetta del pandoro inzuppato nel latte la evito!)

Per il resto fai una vita regolare e sana. Io mangio tutto pane, pasta, carne, pesce, verdura, insaccati, formaggi, biscotti, pandori, frutta,gelati, bibite light e ogni cosa che ti possa venire in mente.

Basta fare anche il calcolo dei carboidrati e vedere qual'è il tuo rapporto insulina/CHO (se hai il diabete insulino-dipendente).
Saputo quello ti viene semplice gestire la cosa.
Ci vuole tempo come tutte le cose ma poi impari a gestirti col cibo in base anche alle tue glicemie in quel momento ma voglio ricordarti che SI PUO' MANGIARE TUTTO.

Se hai bisogno chiedi pure e cerca di tranquillizarti.  (+ info)

diabete tipo 1 e diabete mellito tipo 1?


vorrei sapere da chi è informato, se il "diabete tipo 1" e "diabete mellito tipo 1", sono la stessa cosa.

se no, quali sono le differenze?
----------

Stessa cosa !!  (+ info)

1  2  3  4  5  

Lasciare un messaggio o immagine su "Diabete Mellito Di Tipo Ii" (o accedere al forum):



Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.

Ultimo aggiornamento: Settembre 2014
Statistiche