http://www.lookfordiagnosis.com
English
Spanish
Italian
Portuguese
French
Swedish

Riportati casi "Malattie Virali Della Pelle"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

1/82. Zoster di erpete in un mese-vecchio infante 7: un rapporto e una rassegna di caso.

    Lo zoster di erpete (hertz) è un'infezione virale cutanea della pelle che presenta in una distribuzione dermatomal. Rappresenta la riattivazione del virus di zoster di varicella di erpete che ha continuato ad esistere in una forma latente nei neuroni dei gangli della radice posteriore. Anche se è raro da vedere il hertz in bambini, i casi sono stati segnalati dopo l'esposizione a zoster del varicella nell'utero o durante i primi mesi di vita. Presentiamo un caso del hertz in una mese-vecchia ragazza 7 sani che aveva avuta varicella all'età 4 mesi. (+info)

2/82. Zoster di erpete in sette dermatomes disparati (multisala di zoster): rapporto di un caso e di una rassegna della letteratura.

    Lo zoster di erpete multidermatomal Noncontiguous è molto raro sia in persone immunocompetent che immunocompromised. La maggior parte dei casi segnalati sono stati limitati a 2 dermatomes noncontiguous. Questa presentazione unica si è riferita a come i unilateralis o bilateralis del duplex di zoster, secondo se una o entramba la metà del corpo è implicata. La dermatite granulomatosa ai luoghi di zoster di erpete sfregia, una risposta isotopica rara, soltanto è stata segnalata in persone con i dermatomes attigui di zoster. Descriviamo un paziente immunocompromised che ha sviluppato lo zoster di erpete in 7 dermatomes disparati. Tre mesi dopo risoluzione dello zoster, il paziente ha sviluppato una dermatite granulomatosa in una distribuzione zosteriform ai luoghi dell'infezione precedente. (+info)

3/82. Cutis di leucemia nella leucemia linfocitaria acuta che masquerading come exanthem virale.

    Il cutis di leucemia è una lesione cutanea specifica causata da infiltrazione delle cellule leucemiche nella pelle. È raro nella leucemia linfocitaria acuta (TUTTA). Si manifesta tipicamente come le papule rosse o violaceous, noduli, o piastre, pricipalmente sul fronte. Il cutis di leucemia che presenta con un virale generalizzato exanthem-come l'eruzione maculopapular sembra essere raro nella letteratura inglese. Segnaliamo un tal caso. Un uomo di 19 anni ha presentato con un'eruzione maculopapular purpurica generalizzata di ' di otto giorni; durata di s. Gli studi ematologici hanno mostrato i cambiamenti della leucemia linfocitaria acuta, tipo a cellula T. Un esemplare di biopsia della pelle ha rivelato la a polsino-come, l'infiltrazione densa e perivascolare dei linfociti atipici nella tomaia e il metà di-derma, costanti con il cutis di leucemia. L'eruzione risolta in due settimane dopo chemioterapia. Il nostro caso illustra che il cutis di leucemia dovrebbe essere considerato nella diagnosi differenziale di un morbilliform generalizzato virale exanthem-come le eruzioni. La biopsia della pelle è importante nell'instaurazione della diagnosi. (+info)

4/82. Studio longitudinale di un paziente con il multiforme erpete-su un lato-virus-collegato del eritema: uso espressione di gene e del repertorio virali del T cell.

    PRIORITÀ BASSA: Il multiforme del eritema è un'eruzione self-limited e spesso ricorrente polimorfa che può seguire l'infezione del virus di simplex di erpete (HSV), con ciò indicata EMA. Gli studi sui gruppi di pazienti relativamente grandi durante l'un episodio ricorrente hanno indicato che la patogenesi EMA è associata con l'espressione di gene di HSV, l'infiltrazione a cellula T Vbeta2 della pelle di lesional e l'uso a cellula T alterato del repertorio del ricevitore (TCR) dalle cellule mononucleari HSV-stimolate di anima periferica (PBMC). Tuttavia, le ricorrenze EMA non sono precedute sempre dalle eruzioni evidenti di HSV ed il virus non può essere isolato dalla pelle EMA di lesional. Di conseguenza, non si sa se tutte le ricorrenze EMA sperimentate da un paziente dato sono HSV riguardanti. OBIETTIVO: Gli studi descritti in questo rapporto sono stati destinati per esaminare se tutte le ricorrenze EMA sperimentate da un paziente dato sono HSV riguardanti. metodi: Descriviamo un paziente che è stato studiato longitudinalmente durante le 6 ricorrenze EMA e nei periodi lesione-liberi d'intervento. La pelle di Lesional da tutti gli episodi EMA è stata studiata per l'espressione e l'infiltrazione di gene di HSV dalle cellule di T Vbeta2 e Vbeta3. PBMC ottenuti a questi tempi sono stati analizzati per uso del repertorio di TCR su stimolo di HSV. RISULTATI: La pelle di Lesional da tutti gli episodi EMA era positiva per l'espressione di gene di HSV (rna e proteina) così come infiltrazione del T cell Vbeta2. PBMC HSV-stimolato ottenuto a questi tempi ha avuto un repertorio alterato di TCR caratterizzato da una predominanza delle cellule Vbeta2. La durata di infiltrazione virale di espressione di gene, delle cellule Vbeta2 ed uso alterato del repertorio di TCR ha correlato con la durata dei sintomi clinici. CONCLUSIONE: I dati suggeriscono che HSV e una componente di immunopathology di virus-specific siano coinvolti nella causa di tutti gli episodi EMA sperimentati dal paziente. (+info)

5/82. Erpete e la testa ed il collo: difficoltà nella diagnosi.

    Un caso dell'erpete primario della testa e del collo è presentato. La fonte esatta di infezione e della diagnosi precisa ha dimostrato difficile stabilire, ma la prova tende a sostenere una diagnosi dell'infezione di zoster del varicella in contrasto con un'infezione di simplex di erpete, benchè un'infezione doppia non fosse eliminata. Il simplex di erpete ha caratteristiche cliniche specifiche che solitamente rendono la relativa distinzione da zoster del varicella definita. In questo caso abbiamo contato molto sulle indagini del laboratorio per migliorare l'esattezza della nostra diagnosi poiché le caratteristiche cliniche sono state offuscate. Diverso di zoster del varicella là poco è stato scritto circa le infezioni di simplex di erpete specificamente che interessano l'orecchio, il fronte ed il collo. (+info)

6/82. L'ulcera perianale del citomegalovirus in un hiv ha infettato il paziente: rapporto di caso e rassegna di letteratura.

    Segnaliamo il caso di un uomo di 25 anni con la sindrome acquistata di immunodeficenza, presentando con l'ulcera e la diarrea perianali. Ha avuto prove immunocytochemical positive per il citomegalovirus (CMV) nel fare circolare le cellule polimorfonucleari (PMN). L'esemplare di biopsia era indicativo CMV dell'infezione e l'immunoperossidasi specifica per CMV gli antigeni ha macchiato positivamente le cellule ed i fibroblasti endothelial. In questo rapporto esaminiamo l'infezione cutanea CMV in pazienti immunocompromised. (+info)

7/82. Erpete in incognito.

    Può un microscopista ritenere sospetto che i cambiamenti istopatologici rivelatori dell'infezione dal herpesvirus (varicella, zoster, o simplex) sono vicini anche quando non ci sono cambiamenti epiteliali diagnostici presenti nelle sezioni che sono studiate? gli esemplari di Punzone-biopsia da tre pazienti sono presentati; in due di quei casi l'infezione di herpesvirus non era neppure una considerazione clinica. Le sezioni istopatologiche iniziali da questi pazienti non hanno mostrato i cambiamenti dell'infezione di herpesvirus, ma le sezioni di punto hanno rivelato i cambiamenti diagnostici focali. I linfociti atipici erano presenti in ciascuno di questi casi. Quando i linfociti atipici sono trovati di concerto con un modello di una infiammatorio-cellula si infiltrano in che non si conforma precisamente ad alcun'entità ben definita, un microscopista dovrebbe considerare che i risultati possano rappresentare i cambiamenti vicino all'infezione dal herpesvirus. In più, abbiamo esaminato ogni caso che abbiamo diagnosticato come infezione di herpesvirus su un periodo di 18 mesi ed abbiamo trovato che dentro appena al disopra due terzi di quegli esemplari (32 su 45 casi), i linfociti atipici hanno accompagnato i cambiamenti epiteliali caratteristici indotti dal herpesvirus. (+info)

8/82. Un caso della leucemia a cellula T adulta di linfoma con la sindrome hemophagocytic.

    Una donna giapponese di 62 anni è stata ammessa alla nostra clinica con la sindrome hemophagocytic virus-collegata (VAHS) nella leucemia a cellula T adulta sottocutanea di linfoma (ATLL). L'aspirazione del midollo osseo ha mostrato il hypocellularity, l'iperplasia histiocytic e il hemophagocytosis. Ci era prova sierologica dell'infezione cronica del citomegalovirus (CMV). La sindrome hemophagocytic (HPS) inizialmente migliore da alcuni trattamenti e la remissione con esperienza successiva del paziente varie volte, ma l'infezione CMV hanno persistito. La maggior parte dei casi di HPS non-tumorale in adulti sono associati con l'infezione virale o batterica e le malattie di fondo in HPS non-tumorale sono principalmente malattie di anima, particolarmente linfoma a cellula T (1, 2), ma ATLL è una malattia di fondo rara in tali casi. (+info)

9/82. Una cassa delle verruche virali con gli enti di inclusione intracitoplasmici fibrillari particolari.

    Un nuovo tipo di verruca della pelle è stato osservato in un paziente giapponese. È stato caratterizzato dalle inclusioni intracitoplasmiche con un ' fibrillar' struttura che erano distinti dalle inclusioni verruca-collegate precedentemente descritte. Il papillomavirus (HPV) - antigene group-specific potrebbe essere rilevato, ma ibridazione del dna ed amplificazione di PCR per mezzo delle sonde o degli iniettori di PCR specifici per i genotipi principali della pelle HPV (HPV-63 compreso che inoltre è associato con ' filamentous' le inclusioni) erano negative. Consideriamo che questo effetto citopatico potrebbe corrispondere ad un genotipo di HPV che ancora non è stato caratterizzato. (+info)

10/82. Reazioni atipiche cutanee leucemia-collegate del T-cell di CD30+ e di linfoma.

    CD30+ cutaneo linfoide si infiltra in sembra citologicamente atipico e può essere interpretato erroneamente occasionalmente come malattia ricorrente quando si presentano in pazienti curati per altre malignità ematologiche primarie. Recentemente abbiamo incontrato due tali casi e presentiamo i nostri risultati. Un paziente con linfoma della B-cellula ed un altro con la leucemia mieloide hanno sviluppato le eruzioni cutanee dopo la chemioterapia che visualizza le cellule linfoidi perivascolari altamente atipiche sull'istologia che ha imitato la malattia ricorrente. In entrambi i casi, i linfociti erano cellule di T di CD30+ da immunohistochemistry. Le lesioni cutanee spontaneamente hanno risolto e non sono ricorso. Poiché un caso inizialmente è stato interpretato erroneamente come leucemia ricorrente, concludiamo che la correlazione clinica vicina e la conferma immunophenotypic dovrebbero essere fatte per linfoide cutaneo atipico si infiltra in in pazienti con le malignità ematologiche primarie. Discutiamo la diagnosi differenziale di CD30+ atipici ci infiltriamo in in questa regolazione, che comprendono il linfoma ricorrente o leucemia mieloide, grande linfoma anaplastic cutaneo primario delle cellule (ALCL), papulosis del lymphomatoid (LyP), pseudolymphoma carbamazepine-indotto di CD30+, infezione virale e un'eruzione atipica del recupero del linfocita. (+info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)| Avanti ->


Lasciare un messaggio o immagine su "Malattie Virali Della Pelle" (o accedere al forum):



Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.
Ultimo aggiornamento: Aprile 2009
Statistiche