http://www.lookfordiagnosis.com
English
Spanish
Italian
Portuguese
French
Swedish

Riportati casi "Ipotermia"
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)

Filtrare per parole chiave:



Recupero documenti. Attendere prego...

301/334. Hemofiltration nell'ipotermia molto severa con risultato favorevole.

    L'ipotermia è una situazione pericolosa. È definita da una temperatura interna di più di meno di 35 gradi di riscaldamento aggressivo del C. è usato se è più bassa di 30 gradi di C, contenendo le terapie extracorporee. Un caso di una signora di 63 anni è segnalato di cui la temperatura era di 21.8 gradi di C, circolazione era instabile, l'insufficienza respiratoria è prevalso e disfunzione neurologica severa. Il potassio del siero era 2.9 mmol/l e pH corretti per la temperatura 7.61. Il paziente è stato riscaldato dal hemofiltration (HF) oltre 6 ore con la sostituzione di 18 l di una soluzione che contiene una concentrazione di potassio di 5 Mmol/l. Benchè i livelli del potassio in diminuzione inizialmente e che normalizzati lentamente in 9 ore là siano le aritmia documentate. Il ECG ha mostrato il prolungamento dei Quarto-tempi di PQ-, di QRS- e particolarmente. Tutte le conseguenze cliniche e neurologiche erano sparito dopo i quattro giorni. L'HF sembra così essere un metodo sicuro di riscaldamento nell'ipotermia molto severa. (+info)

302/334. Rianimazione dall'arresto cardiopolmonare durante l'ipotermia accidentale dovuto esaurimento ed esposizione.

    Un ragazzo di 16 anni con l'ipotermia accidentale e l'arresto cardiopolmonare dovuto esaurimento e l'esposizione è stato rianimato dopo le misure di riscaldamento -- tovaglioli bagnati caldi, bottiglie di acqua calde ed enemas dell'acqua calda e lavaggio gastrico -- aveva aumentato la sua temperatura rettale da 25.2 a 28.0 gradi di C. Malgrado l'arresto cardiopolmonare prolungato, il recupero era quasi completo, senza danno cerebrale evidente. Le procedure di rianimazione cardiopolmonare non dovrebbero essere abbandonate fino a che la temperatura corporea non sia di più di 30 gradi di C, perché la prognosi nei casi dell'ipotermia accidentale senza malattia collegata è eccellente se la funzione cardiaca può essere ristabilita. (+info)

303/334. fattori di rischio per ipotermia in pazienti psichiatrici.

    L'ipotermia accade quando la temperatura corporea del centro scende sotto 95 gradi di F (35 gradi di C). Parecchie circostanze che possono accadere nell'aumento di popolazione psichiatrico il rischio di ipotermia: enuresi notturna, disordine di grippaggio, malattia fisica debilitante e ritardo mentale. Il rischio di ipotermia ulteriormente è aumentato mediante l'uso di parecchi codici categoria dei farmaci usati per trattare i disordini psichiatrici: antipsicotici, antagonisti beta adrenergici, benzodiazepines ed altri sedativi. Il condizionamento d'aria inoltre è identificato come fattore di rischio per l'ipotermia. L'ipotermia è presupposta come collegamento possibile fra il farmaco antipsicotico e la morte non spiegata improvvisa. I suggerimenti per indagine successiva sono formulati e le raccomandazioni cliniche sono offerte ridurre il rischio di ipotermia nella popolazione paziente psichiatrica. (+info)

304/334. coma ricorrente.

    Gli episodi ricorrenti del coma sono associati solitamente con un disordine metabolico. Un ragazzo in buona salute di 9 anni di intelletto normale e del callosum intatto del corpus sul neuroimaging ha fatto connesso gli episodi ricorrenti del coma con l'ipotermia spontanea profonda. Una valutazione, una diagnosi differenziale e lle visioni della patogenesi di questo disordine sono discusse. (+info)

305/334. Ostruzione gastrica della presa causata dal fotoricettore prepyloric in un caso di Down' sindrome di s.

    Gli autori descrivono un infante con Down' la sindrome di s che ha avuta un fotoricettore prepyloric ha complicato tramite l'ostruzione gastrica severa della presa. Il ritardo nella diagnosi era responsabile di malnutrizione e delle complicazioni postoperatorie iniziali dell'ipotermia e dell'ipoglicemia. consapevolezza dell'associazione delle anomalie gastrointestinali con Down' la sindrome di s permetterà alla valutazione adatta per la diagnosi precoce di questa malformazione chirurgicamente correctable. (+info)

306/334. ipotermia nella sclerosi a placche.

    Cinque pazienti con la sclerosi a placche clinicamente definita sono segnalati chi presentato con le ricadute acute ha associato con l'ipotermia. Gli episodi ripetuti dell'ipotermia sono stati veduti in quattro. La trompocitopenia è stata associata con l'ipotermia in quattro pazienti. L'indagine successiva ha rilevato una tendenza all'ipotermia cronica ed ha suggerito un del punto vincente termoregolatorio alterato in un paziente, quando MRI, la ghiandola endocrina e gli studi autonomi non sono riuscito a localizzare una lesione nell'ipotalamo, ma l'autopsia successiva ha mostrato le lesioni ipotalamiche. In tali pazienti una predisposizione alla termoregolazione alterata può accadere dovuto la partecipazione diretta dell'ipotalamo o dalle lesioni unite che interessano l'uscita ipotalamica al tronco cerebrale ed al midollo spinale. (+info)

307/334. ipotermia e capacità di persistenza sviluppare febbre. Avvenimento in un paziente con sarcoidosi del sistema nervoso centrale.

    Un paziente con il sistema nervoso centrale e la sarcoidosi sistematica ha avuto l'ipotermia e demenza profonde con la linfadenopatia e il hypernatremia collegati. La sua capacità di sviluppare la febbre è rimanere; malgrado la profonda ipotermia persistente, sudante e rabbrividicente in risposta al riscaldamento periferico e raffreddantesi sono stati effettuati. Gli studi neuropathologic post mortem hanno indicato che la regione ipotalamica, considerata generalmente di contenere il controllo di temperatura primario, era stata danneggiata severamente dalla malattia sarcoid granulomatosa. Questi risultati confermano ed estendono i risultati precedenti di dispersione di temperatura nella sarcoidosi ipotalamica e suggeriscono che l'integrità del controllo primario della temperatura corporea non sia essenziale a produzione e al " di febbre; vasto-band" regolazione contro gli estremi ambientali di temperatura. (+info)

308/334. Brevità di alito acuta: una causa insolita.

    Una cassa dell'edema polmonare indotto freddo in un operatore subacqueo di scuba è descritta. Ciò è rara, ma con la popolarità aumentante dello sport è importante affinchè l'incidente ed il personale di emergenza sia informato della circostanza. Il trattamento è sintomatico e la prospettiva è buona. (+info)

309/334. ipotermia accidentale profonda nel sud profondo: esperienza clinica.

    L'ipotermia accidentale che deriva dall'esposizione è associata generalmente con le regioni frigide e non con le zone più temperate del sud. Tuttavia, presentiamo l'esperienza clinica da due casi in cui le vittime degli incidenti di autoveicolo sono state esposte agli elementi per i periodi prolungati e siamo diventato profondo ipotermici. Il primo paziente era un maschio di 21 anno da che è stato espelso ed appuntato sotto, il suo veicolo per circa quattro ore -15 nella temperatura ambientale di gradi C. Sull'ammissione al pronto soccorso, il paziente era insensibile con fisso e le pupille dilatate e la sua temperatura interna erano di 25 gradi del C. Dopo un periodo prolungato di rianimazione cardiopolmonare, femorale percutaneo all'esclusione cardiopolmonare femorale (CPB) è stato istituito per il riscaldamento del centro. Dopo il raggiungimento dei 37 gradi di C, il paziente è stato rimosso dall'esclusione. Il paziente è stato scaricato dall'ospedale il quarto giorno postoperatorio. Il secondo paziente era un maschio di 40 anni che è stato espelso dal suo veicolo in un flusso, in cui parzialmente è stato sommerso per parecchie ore. Anche se la temperatura ambientale era di circa 22 gradi di C, la sua temperatura interna all'ammissione era di 27 gradi del C. Dopo un lavaggio peritoneale positivo, il paziente è stato preso alla sala operatoria ed è stato disposto su femorale percutaneo a CPB femorale per il riscaldamento del centro. Durante il riscaldamento, una laparotomia esplorativa e uno splenectomy sono stati effettuati. Il paziente è stato scaricato dall'ospedale il settimo giorno postoperatorio. Questi casi sono unici in quanto entrambi erano pazienti di trauma con le lesioni interne ritenute sospetto che hanno richiesto l'evitare anticoagulazione. Di conseguenza, entrambi i casi hanno utilizzato un circuito Carmeda-legato senza anticoagulazione sistematica. (+info)

310/334. ipotermia materna e bradicardia fetale persistente durante il processo di intrapartum.

    L'ipotermia materna può essere correlata con bradicardia fetale persistente. Il miglioramento della condizione ipotermica materna e l'alleviamento successivo di bradicardia fetale sono presentati in due rapporti di caso. Una conseguenza possibile dell'ipotermia materna unrelieved alla consegna, sforzo freddo neonatale, è discussa in un terzo rapporto di caso. Le complicazioni neonatali che richiedono gli interventi possono seguire dopo lo sforzo freddo. (+info)
(Tradotto da inglese da Altavista Babel Fish)<- Indietro || Avanti ->


Lasciare un messaggio o immagine su "Ipotermia" (o accedere al forum):



Non valuta né garantisce l'accuratezza dei contenuti di questo sito web. Fai click qui per la clausola completa di garanzia da eventuali responsabilità.
Ultimo aggiornamento: Aprile 2009
Statistiche